Marcell Jacobs, nuova durissima polemica dall’Inghilterra: le accuse

156

Marcell Jacobs, nuova durissima polemica dall’Inghilterra: le accuse al nostro velocista. Si torna a parlare della finale dei 100 metri a Tokyo

Marcell Jacobs
Marcell Jacobs a Tokyo (Foto: LaPresse)

La doppia lezione inflitta dall’Italia all’Inghilterra nella scorsa estate ha lasciato un segno indelebile nella storia dello sport. Prima gli Europei di calcio, con i rigori di Wembley, poi la finale della 4×100 di atletica leggera alle Olimpiadi di Tokyo, vinta in volata dal magico quartetto Patta-Jacobs-Desalu-Tortu. Difficile da mandar giù per la perfida Albione, con una serie di accuse lanciate nel corso dei mesi al nostro velocista di punta. La sua origine americana, il fatto di essere balzato all’onore delle cronache solo a 27 anni e il tempo di 9″80 sui 100 metri che secondo alcuni è davvero incredibile.

In questi ultimi giorni proprio il The Times ha dedicato due pagine ad un’inchiesta intitolata: “Mistero Jacobs, il campione olimpico salito alla ribalta senza tracce precedenti… e poi ha smesso di correre”. Poi rincarando la dose aggiungono che “nessuno possa avere una risposta su come ci sia riuscito”.

LEGGI ANCHE >>> Marcell Jacobs sfida Bolt: l’annuncio fa impazzire tutti!

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, mamma Stefania dice sì: “E’ molto simile a lui”

Marcell Jacobs, nuova durissima polemica dall’Inghilterra: il Times gli ha dedicato un’inchiesta

Marcell Jacobs
Marcell Jacobs (Foto: LaPresse)

Il noto quotidiano britannico ha spedito due suoi inviati, Matt Lawton e Mark Palmer a Milano, Desenzano del Garda e Roma, le città dove Jacobs è cresciuto, si è allenato e si è stabilito. Un modo per mettere in luce la sua rapida ascesa, senza riscontri nei precedenti anni di carriera e con poche basi solide su cui fondarsi (secondo loro). L’accento è posto anche sulla figura di Giacomo Spazzini, nutrizionista ed ex body builder indagato per frode in merito a un’inchiesta su presunto commercio di sostanze dopanti, col quale Jacobs ha avuto a che fare ma ormai molto tempo fa.

I due cronisti inglesi hanno anche provato ad intervistare Marcell, raggiungendolo sul campo di allenamento, ma hanno ricevuto un cordiale diniego. L’attenzione è ora puntata sul 4 febbraio, quando a Berlino si disputeranno i Mondiali Indoor di atletica. Come dicono loro vedremo “se quest’uomo cresciuto senza lasciare tracce saprà ripetersi“. Gli italiani non vedono l’ora di esultare ancora per lui.