Ferrari, Binotto alimenta le speranze dei tifosi: “Siamo molto avanti”

466

Ferrari, Binotto alimenta le speranze dei tifosi: “Siamo molto avanti”. Il team principal di Maranello manda definitivamente in archivio il 2021

Binotto
Mattia Binotto (Lapresse)

Questo mondiale 2021 sta per concludersi. Il nome del pilota che si aggiudicherà il titolo di nuovo campione del mondo di Formula 1 si conoscerà solo dopo l’ultimo Gran Premio della stagione in programma domenica prossima sul circuito di Abu Dhabi. In casa Ferrari il pensiero è in realtà rivolto già da svariati mesi alla prossima stagione, quando entrerà in vigore un nuovo regolamento che dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, mettere completamente in discussione gli attuali raporti di forza e consentire ad altre vetture di competere per la conquista del titolo mondiale.

LEGGI ANCHE>>>Ferrari, Leclerc fa sognare i tifosi: “Può succedere di tutto”

LEGGI ANCHE>>>Formula 1, Binotto fa arrabbiare i tifosi Ferrari: la frase scatena il caos

Che tutti gli sforzi della casa di Maranello siano rivolti al 2022 è ribadito dalle dichiarazioni, più o meno recenti, del team principal Mattia Binotto: “Per questa stagione il nostro obiettivo fin dall’inizio era la conquista del terzo posto nel mondiale costruttori e sperare in un buon piazzamento di Leclerc e Sainz nella classifica piloti. Il primo è praticamente raggiunto, mentre con un pizzico di fortuna in più Charles avrebbe potuto entrare tra i primi cinque“. In effetti, la Ferrari è a un passo dal podio nel mondiale costruttori: alla luce dell’ordine di arrivo del Gran Premio dell’Arabia Saudita, il vantaggio della Rossa sulle McLaren rimane di 38 punti. Un divario incolmabile con una sola gara da disputare.

LEGGI ANCHE>>>Formula 1, Mattia Binotto carica i tifosi Ferrari: l’annuncio sul futuro

Binotto
Mattia Binotto (Lapresse)

Ferrari, la profezia di Binotto: “Il 2022 sarà l’anno della rinascita della Rossa”

Ma il pensiero di tutti a Maranello è già ampiamente rivolto al 2022. Mattia Binotto in più occasioni ha fatto riferimento al prossimo anno come come quello del riscatto della Ferrari e del suo ritorno ad alti livelli. Subito dopo il Gran Premio dell’Arabia Saudita lo ha ribadito con forza: “Finalmente questa stagione sta per finire. Siamo moderatamente soddisfatti della nostra stagione, il terzo posto nel mondiale costruttori è una discreta base di partenza. Da domenica prossima potremo concentrarci definitivamente sul 2022 che vedrà la Ferrari riprendersi il ruolo da grande protagonista che la storia le ha assegnato“.