Serie A nella bufera: oggi a rischio anche i due big match

160

Continua l’emergenza Covid in Serie A: quattro partite di oggi già cancellate, restano a rischio Juventus-Napoli e Milan-Roma. Le ultime

Logo Serie A
Lapresse

La Serie A è in preda al caos più totale. Il Covid, come già molti preannunciavano prima della sosta natalizia, è tornato con prepotenza a condizionare lo svolgimento del campionato e a poche ore dalla ripresa la situazione è decisamente ingarbugliata.

I calciatori contagiati dalla nuova variante Omicron, che “non guarda in faccia” e non fa distinzioni tra vaccinati e no-vax, continuano a crescere numericamente e in un Paese sempre più legato alla burocrazia e a regolamenti che cambiano settimana per settimana si fa fatica a trovare una soluzione univoca.

E così le ASL di Torino e Udine hanno impedito alle due squadre di prendere parte ai match di oggi. Idem per Salernitana e Bologna, rispettivamente impegnate con Venezia ed Inter. La Lega, dal suo canto, vuole che il calendario e i protocolli firmati vengano rispettati, anche tenendo conto dell’ultimo decreto del 30 dicembre che “ammorbidisce” le quarantene per i vaccinati.

Oggi, quindi, Atalanta, Venezia, Inter e Fiorentina si vedranno assegnare i tre punti a tavolino. Poi inizierà la girandola di ricorsi, tra cui quello della Lega nei confronti delle ASL. E nel frattempo anche Milan-Roma e Juventus-Napoli restano a rischio.

LEGGI ANCHE: Juventus-Napoli, la ASL ha deciso: c’è il comunicato ufficiale

Serie A, anche Milan-Roma e Juventus-Napoli a rischio: le ultime

Stefano Pioli
Lapresse

Su Juventus-Napoli è stato già scritto tutto, ma la ASL campana ne ha combinata un’altra: l’anno scorso, con 3 positivi, aveva bloccato il viaggio della squadra partenopea; quest’anno, con più casi, li ha lasciati partire per poi mettere in quarantena a Torino altri 3 giocatori. E ora la partita è seriamente a rischio, visto che il Napoli non avrebbe 11 calciatori di prima squadra disponibili.

Novità anche sul fronte Milan-Roma visto che l’ultimo giro di tamponi ha visto altri 3 atleti rossoneri contagiati. Più tardi ce ne sarà un altro e solo in extremis si capirà se Pioli avrà il numero sufficiente di calciatori per scendere in campo.

LEGGI ANCHE: Antonio Cassano ricoverato in ospedale: il mondo del calcio è in ansia

La Lega ieri ha scongiurato qualsiasi tipo di rinvio della giornata, ma non sono esclusi dietrofront di fronte a queste notizie dell’ultima ora.