Calciomercato Milan, vicine due cessioni: restano in Serie A

130

Calciomercato Milan, rossoneri molto attivi sia in entrata che in uscita. Mentre prosegue la caccia a un difensore per sostituire Kjaer, si lavora a due cessioni

Considerata l’impossibilità di arrivare a Botman, blindato dal Lille nel mercato invernale, il Milan ha individuato in Eric Bailly del Manchester United, il profilo ideale per rinforzare la difesa, priva di Kjaer per il resto della stagione.

Milan
Milan (Getty Images)

Il centrale ivoriano dei Red Devils, al momento impegnato in Coppa d’Africa, potrebbe arrivare in prestito con diritto di riscatto, formula che, al momento, non convince il Manchester United che vorrebbe, invece, una cessione a titolo definitivo. Le parti continuano a trattare per la possibile intesa. Qualora dovesse arrivare, il Milan cederà uno dei difensori attualmente presenti in organico, ovvero Matteo Gabbia, per il quale non mancano offerte dalla Serie A.

Il centrale, schierato titolare con Roma e Venezia a causa delle assenze di Tomori e Romagnoli, è al centro di un duello tra Sampdoria e Cagliari. I blucerchiati sembrano in vantaggio con il Milan che valuta però una sola opzione ovvero la cessione in prestito secco fino a giugno con la possibilità per il calciatore di giocare con maggiore continuità.

LEGGI ANCHEJuventus, svolta clamorosa nella notte: è addio !

Milan, possibile la cessione di un attaccante

Oltre a Gabbia, il Milan potrebbe cedere anche Pietro Pellegri. L’attaccante ex Monaco ha avuto poco spazio nella prima parte della stagione con qualche spezzone di partita a inizio campionato e una sola partita da titolare, con la Salernitana, nella quale si è infortunato in avvio.

Pietro Pellegri
Pietro Pellegri (La Presse)

Al momento Pellegri è ancora fermo. Sull’attaccante è forte l’interesse del Torino. A riferirlo è Gianluca Di Marzio che ipotizza un possibile affare a tre tra Milan, Monaco (attuale proprietario de cartellino del giocatore) e Torino con i rossoneri che riscatterebbero l’attaccante dal club del Principato per poi girarlo in prestito ai granata. Peraltro, il padre di Pellegri è l’attuale team manager del Torino, una curiosità che potrebbe essere, chissà, decisiva per il buon esito della trattativa.