Ritiro Valentino Rossi, clamoroso colpo di scena: non lo sapeva nessuno!

163

Ritiro Valentino Rossi, clamoroso colpo di scena: non lo sapeva nessuno! ‘Il Dottore’ ha abbandonato definitivamente la MotoGP alla fine del 2021

Valentino Rossi
Valentino Rossi sulla Yamaha (Foto: LaPresse)

Con il GP di Valencia il 14 novembre 2021 si è chiusa ufficialmente la carriera motociclistica di Valentino Rossi. Dopo ben 26 anni trascorsi in sella, la maggior parte dei quali ad altissimi livelli, ‘Il Dottore’ ha deciso di appendere il casco al chiodo. Come ribadito diverse volte, non sarà a tutti gli effetti un ritiro dall’attività di pilota, visto che continuerà a correre sulle quattro ruote. Ad attenderlo c’era subito la 12 Ore del Golfo, con la Ferrari del Team Kessel, ma un contatto stretto con un positivo al Covid lo ha costretto a rinunciare. Ci saranno sicuramente altre occasioni già in questa prima parte del 2022 per vederlo all’opera, verso un sogno chiamato Le Mans. Rossi non ha mai nascosto come partecipare alla 24 Ore più famosa del mondo sia per lui un grande obiettivo, data la passione per le gare endurance. 

Ritiro Valentino Rossi, clamoroso retroscena: il padre lo ha spinto a continuare

Valentino e Graziano Rossi
Valentino e Graziano Rossi (AnsaFoto)

Eppure c’è anche chi lo avrebbe visto bene ancora un po’ sulle due ruote, prima di spostare obiettivi ed energie altrove. Come confessato dallo stesso Valentino in una recente intervista al portale tedesco Speedweek, il padre Graziano lo voleva far continuare. Anch’egli è stato un pilota, con minor talento del figlio, ma gli ha saputo trasferire tutta la sua voglia di correre. Parlando di questo il fenomeno di Tavullia ha sottolineato: “Mi ha messo pressione affinché continuassi a correre. Gli ho fatto notare che ho trascorso 25 dei miei 42 anni gareggiando in moto”.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi commuove tutti: il gesto non passerà inosservato

LEGGI ANCHE >>> Formula 1, niente test invernali dal vivo: la scelta imminente

Poi su rapporto con il “babbo’ ha aggiunto: “Papà Graziano è molto importante, è stato una specie di persona iconica nella mia vita. Guido una moto perché lui era un pilota da corsa. Non mi ha spinto, ma la sua influenza su di me è stata molto grande. L’ho guardato e ho sempre voluto guidare come lui”.