Djokovic, che debacle con Davidovich a Montecarlo: il risultato del match

365

Atp Montecarlo, Novak Djokovic debutta contro Davidovich Fokina. La cronaca e il risultato del match di secondo turno 

A quasi due mesi dall’ultimo match disputato a Dubai, Novak Djokovic torna in campo sul Centrale di Montecarlo. Per il serbo è la quarta partita dell’anno. Dall’altra parte della rete c’è lo spagnolo Davidovich Fokina, vincitore al primo turno su Giron.

Novak Djokovic
Novak Djokovic (La Presse)

I primi tre mesi dell’anno, di fatto, di inattività per Djokovic si avvertono tutti nel primo set nel quale il serbo è costantemente in sofferenza al servizio. Dopo aver vinto il game iniziale in battuta con due break point annullati, Nole subisce un mini parziale di 17 punti a 5 per Davidovich che strappa due volte il servizio al rivale e si porta sull’1-4.

E’ in evidente difficoltà Djokovic che dà l’impressione di non reggere il palleggio e fronteggiare la maggiore verve dello spagnolo, in trance agonistica. Uno dei due break recuperato a 15 nel sesto game è un’illusione per il numero uno del mondo che, poco dopo, perde nuovamente il servizio sotto 3-5. Davidovich incassa e con merito si prende il 3-6 in 45 minuti di gioco.

Djokovic-Davidovich, il secondo set

Il momento di grande difficoltà di Djokovic prosegue in avvio di secondo set con un altro break subito, il quarto nel match, che lancia lo spagnolo sullo 0-3. Combattutissimo il terzo gioco, durato ben 21 punti, nel quale Davidovich ha sventato 5 break point prima di spuntarla.

La grande fatica compiuta per difendere il servizio costa l’immediato controbreak a Davidovich. In un attimo, Djokovic accorcia sul 2-3 e ha l’opportunità di riportarsi in parità ma il servizio stenta ancora a ingranare e lo spagnolo si prende un altro break (il quinto) per riportarsi nuovamente a doppia distanza sul 2-4.

Il settimo game è davvero scriteriato per Davidovich che, con un evitabile tuffo, si procura una sbucciatura a mano e ginocchio che ne rallenta l’incidere. Djokovic ne approfitta. Altro controbreak, stavolta confermato, e parità ristabilita, 4-4.

Davidovich Fokina
Davidovich Fokina (La Presse)

E’ un set davvero indecifrabile. Tre doppi falli di Davidovich, tre errori evitabili di dritto di Djokovic, altro break e controbreak con il serbo che non sfrutta l’occasione per chiudere il parziale, 5-5. Il tie break è la giusta conclusione del parziale. E’ Nole a imporsi 7-5 con un colpo finale alla Djokovic ovvero con un rovescio lungolinea che non lascia scampo a Davidovich, sceso a rete imprudentemente sotto 6-5.

Il terzo set

La prodezza nel tie break è una fiammata effimera. Non è giornata per Djokovic. Il terzo set è una debacle totale. Ennesimo break subito in avvio e parziale di 11 punti a 2 per Davidovich che, senza forzare eccessivamente, si ritrova incredibilmente avanti 1-5. Durante il cambio di campo tra il sesto e il settimo game, Nole sfoga la rabbia, colpendo una bottiglietta. Il finale è già scritto. L’ultimo gioco è un’altra summa di errori in serie. Altro break e Davidovich trionfa con l’1-6 che lo proietta all’ottavo di finale contro Evans o Goffin.

Un Djokovic, quello odierno, davvero lontano dal suo livello. I tre mesi di stop si sono fatti sentire. Nole ha bisogno di partite per tornare al suo passo. La prossima settimana sarà in campo, in patria, nell’Atp 250 di Belgrado. Giornata indimenticabile per Davidovich che si prende, con merito, la vittoria più bella e importante della carriera..