Il calcio in ansia per Stefano Tacconi: l’ex Juventus è in gravi condizioni

232

Il calcio in ansia per Stefano Tacconi: l’ex Juventus è in gravi condizioni. Ricovero in ospedale per l’ex portiere bianconero. Il figlio: “Papà, sei un leone”

Poche settimane dopo la scomparsa di un grande giocatore degli anni ’70, l’ex capitano e bandiera della Lazio Pino Wilson, il mondo del calcio è in ansia per un altro grande protagonista del calcio italiano di qualche anno fa. L’ex portiere della Juventus, Stefano Tacconi, è da alcune ore ricoverato in ospedale in gravi condizioni per un probabile attacco di ischemia cerebrale. Dopo un primo malessere avvertito nella mattinata di ieri, il quadro clinico si è aggravato rendendo necessario il ricovero nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Alessandria.

Tacconi
Stefano Tacconi (Ansa)

C’è attesa per il primo bollettino medico che dovrebbe esssre diramato nel corso della giornata di domenica. Nato a Perugia nel 1957, Stefano Tacconi è stato uno dei migliori interpreti del ruolo per tutti gli anni ’80. Si mise in evidenza nell’Avellino dove rimase per tre anni, finquando nell’estate del 1983 fu acquistato dalla Juventus che lo scelse come erede del leggendario Dino Zoff. In bianconero Tacconi è rimasto per ben nove stagioni: nel 1992 si trasferì al Genoa dove due anni dopo, a giugno del 1994, concluse la sua carriera.

Calcio in ansia, Stefano Tacconi è in ospedale: le tappe della sua carriera

Tacconi
Stefano Tacconi (Ansa)

Con la maglia della Vecchia Signora ha vinto praticamente tutto: due scudetti, una Coppa Italia, tutti e cinque i principali trofei internazionali. Meno fortuna ha avuto in Nazionale: per parecchi anni, Tacconi ha fatto parte del gruppo azzurro guidato da Azeglio Vicini ma sempre come secondo di Walter Zenga, il grande rivale numero uno dell’Inter.

Nel corso degli anni, Stefano Tacconi ha continuato ad occuparsi di calcio in qualità di commentatore, soprattutto delle vicende legate alla Juventus. Ha scritto libri, è diventato imprenditore e in televisione nel 2003 partecipò come concorrente a L’Isola dei Famosi all’epoca in onda su Rai 2 venendo eliminato dopo la seconda puntata.

Riprenditi Papi, sei un leone, vincerai anche questa battaglia” ha scritto in una storia sul suo profilo Instagram uno dei suoi quattro figli, Andrea. Anche i dirigenti della Juventus hanno espresso vicinanza alla famiglia dell’ex portiere umbro nella speranza che dall’ospedale di Alessandria arrivino buone notizie.