Mourinho, clamoroso colpo di scena: la Roma trema

336

Mourinho, clamoroso colpo di scena: la Roma trema. Il tecnico portoghese aveva confermato in un’intervista la sua permanenza nella Capitale. Ma ora può cambiare tutto

Le contemporanee sconfitte di Atalanta e Fiorentina, del tutto inattesa quella dei viola contro una Sampdoria già salva, regalano alla Roma la chance di qualificarsi per l’Europa League senza attendere la finale di Conference in programma mercoledì 25 maggio a Tirana. Ai giallorossi sarà sufficiente battere il Torino venerdì sera nell’anticipo della 38/a e ultima giornata di campionato per accedere ufficialmente alla seconda competizione europea per club.

Nel frattempo però, ancora prima di conoscere il proprio destino, la dirigenza giallorossa ha iniziato a programmare la prossima stagione imbastendo le prima trattative in vista di un mercato estivo che si preannuncia particolarmente difficile e impegnativo. Forse anche più del previsto.

Mourinho
Josè Mourinho (LaPresse)

Perchè a mancare improvvisamente, come in un terremoto manca la terra sotto i piedi, potrebbe essere proprio l’architrave del progetto imbastito dal presidente della Roma, Dan Friedkin. Il tecnico cui l’imprenditore americano ha affidato il rilancio di una squadra che da quattro anni fallisce l’appuntamento con il ritorno in Champions League.

Secondo quanto riportato dall’autorevole quotidiano sportivo spagnolo, Marca, Josè Mourinho sarebbe diventato il principale oggetto del desiderio del Newcastle, soprattutto del fondo arabo che ha acquistato il club bianconero qualche mese fa. Gli sceiccchi sauditi sarebbero pronti a fare follie pur di riportare lo Special One in Premier League, garantendogli ad esempio un budget per il mercato superiore ai 300 milioni di euro.

Mourinho, il Newcastle fa sul serio: la Roma non teme brutte sorprese

Newcastle
Newcastle (LaPresse)

Ma nonostante la ricchissima offerta del Newcastle rappresenti una tentazione quasi irresistibile, Josè Mourinho ha declinato la proposta. Ora però tocca a Dan Friedkin compiere un passo avanti, garantendo allo Special One un mercato all’altezza della situazione e imprimendo una robusta accelerazione al progetto di rilancio della Roma.

Tutto o quasi però ruota intorno alla partita più attesa dell’anno in casa giallorossa, la finale di Conference League del 25 maggio. A Tirana, nel piccolo impianto dell’Arena Kombetare, Abraham e compagni battendo il Feyenoord avrebbero l’occasione di rendere memorabile una stagione altrimenti piuttosto anonima. Poi si parlerà di mercato e di programmazione: Mourinho ha fretta, Dan Friedkin anche?