MotoGP, la clamorosa indiscrezione su Marquez: può essere la fine?

320

MotoGP, la clamorosa indiscrezione su Marquez: può essere la fine? Lo spagnolo finirà sotto i ferri per la quarta volta in un paio d’anni

Le condizioni dell’omero destro preoccupano e non poco l’entourage dello spagnolo che a 29 anni è davanti al bivio più importante della sua carriera. Purtroppo alcune voci non sono incoraggianti.

Marquez
Marquez (Ansafoto)

Il week end del Mugello per Marc Marquez è stato un autentico incubo. Prima le difficoltà in qualifica, con la rovinosa caduta all’inizio del Q2, su pista bagnata e moto in fiamme. Non è andato oltre il 12° tempo in griglia l’alfiere della Honda che anche in gara si è dovuto accontentare di un anonimo decimo posto a quasi 12 secondi dal leader Bagnaia. L’otto volte campione del mondo ha rivelato in conferenza stampa sabato che dovrà sottoporsi ad una nuova operazione all’omero del braccio destro.

Siamo di fronte al quarto intervento nello stesso punto in meno di due anni. Il suo calvario iniziò nel luglio del 2020, quando dopo la caduta di Jerez, per accelerare i tempi di recupero non consentì il naturale decorso della frattura. L’osso non è mai tornato apposto e anche le pulizie sotto i ferri non hanno dato l’esito sperato. Domani, 31 maggio, il fenomeno di Cervera volerà negli Stati Uniti (stavolta non a Barcellona) e si sottoporrà ad una nuova frattura indotta per rimettere definitivamente (si spera) in ordine il braccio.

MotoGP, la clamorosa indiscrezione su Marquez: il braccio non tornerà più come prima

Marc Marquez
Marc Marquez (AnsaFoto)

Le sue parole, accompagnato dal manager Puig, davanti alla stampa presente al Mugello sono state piuttosto chiare: “Dopo il primo intervento, anche se è stato fatto un grande lavoro per puntare al miglior recupero, quando sono tornato in sella mi sono sentito molto limitato. Ho sempre dato il 100%, non mi sono mai ritirato, ho seguito quello che mi hanno detto i medici, ma non ho abbastanza energie per girare come vorrei. Per questo motivo, insieme alla mia equipe medica, il dottor Samuel Antuña e il dottor Angel Cotorro, e dopo aver consultato gli specialisti della Mayo Clinic, ho deciso di eseguire un nuovo intervento. L’obiettivo è di migliorare la mia posizione sulla moto che mi permetterà di guidare senza i limiti attuali, cercando di tornare competitivo nel 2023”. 

Il problema è che secondo fonti spagnole c’è il rischio che questo possa essere il turning point definitivo per la carriera del classe ’93. A 29 anni ci sarebbe tutto il tempo per ritrovare la migliore forma, ma alcuni esperti del settore ortopedico sostengono che ormai l’omero di Marquez sia compromesso e a livello chirurgico poco si possa fare. Più di una pulizia di routine si tratta di un tentativo disperato per ridonare forza ad un braccio che non gli permette di essere più competitivo da due anni. I tifosi sperano che sia l’inizio di una nuova pagina esaltante della carriera, alcuni medici temono sia l’ultimo atto.