Juventus, non solo Di Maria: la lista di tutte le alternative per Allegri

199

Juventus, non solo Di Maria: la lista di tutte le alternative per Allegri. Oltre all’argentino si sta lavorando ad altri colpi di primo piano

Per quanto riguarda il ritorno di Pogba è davvero questione di ore, ma a Torino si cerca un grande nome per sostituire Dybala. Assieme al “Fideo” ci sono altre piste molto interessanti.

Di Maria
Angel Di Maria (Ansafoto)

Dopo averlo visto all’opera nella “Finalissima” di Wembley tra Italia e Argentina, i dirigenti della Juventus non possono che aver confermato le proprie idee su Angel Di Maria. “Il Fideo” è stato tra i grandi protagonisti della vittoria dell’Albiceleste, realizzando uno dei tre gol finali e spaccando in due la retroguardia azzurra con accelerazioni e giocate da urlo. A 34 anni sembra ancora in forma smagliante e la stagione in chiaro scuro con il Psg non ha lasciato strascichi. La proposta della “Vecchia Signora” gli è stata recapitata da tempo e ora sta a lui decidere. Vorrebbe fare ancora un anno in Europa prima di rientrare nella sua Rosario per chiudere la carriera. Questo può essere l’unico nodo visto che per il decreto crescita c’è bisogno di restare almeno due anni in Italia. Senza lo sconto governativo i bianconeri non possono avvicinarsi alle cifre richieste dal fantasista sudamericano. Un bell’enigma che andrà sciolto a breve ma che nel frattempo non impedisce a Cherubini, Nedved e Arrivabene di muoversi sulle alternative.

Juventus, non solo Di Maria: per Allegri c’è in pole Kostic

Kostic
Philip Kostic dell’Eintracht Francoforte (AnsaFoto)

Il nome più gettonato, qualora non si dovesse chiudere la trattativa con Di Maria, è di certo quello di Philip Kostic. L’ala dell’Eintracht Francoforte è stato grande protagonista della vittoria tedesca in Europa League. Il serbo, compagno di nazionale di Vlahovic, non vede l’ora di potersi cimentare con la Serie A e ha aperto le porte alla Juve. Assieme a lui, sul tavolo dei dirigenti bianconeri ci sono anche altri due nomi. Si tratta delle “vecchie conoscenze” Berardi e Zaniolo. Entrambi mancini, entrambi perfetti per completare un tridente da urlo con l’ex centravanti della Fiorentina e Federico Chiesa. Il problema dei due Azzurri sono le valutazioni che ne fanno i rispettivi club. Il Sassuolo vuole 40 milioni per privarsi del proprio gioiello, mentre la Roma addirittura 50. Considerando che Di Maria sarebbe a parametro e per Kostic chiedono 20 milioni, è difficile immaginare che si possa chiudere con uno dei due italiani. Per Allegri intanto è questione di ore per riavere a disposizione Paul Pogba, primo tassello di una rifondazione che sarà incentrata su qualità ed esperienza. L’obiettivo è tornare a vincere, subito.