Wimbledon, Serena Williams spiazza tutti: decisione definitiva

303

A Wimbledon l’incertezza per l’iscrizione di Rafa Nadal segue la conferma dell’assenza di Roger Federer, ma anche in ambito femminile permangono moltissimi dubbi

La vittoria di Rafa Nadal al Roland Garros apre un minimo spiraglio alla presenza del fuoriclasse spagnolo a Wimbledon per il terzo slam dell’anno.

Grande Slam Wimbledon
l centrale di Wimbledon, sede del terzo slam dell’anno (Foto ANSA)

Tuttavia ieri, nel corso delle sue dichiarazioni tradizionali della premiazione, il fuoriclasse – 22 trofei Slam e 14esimo Roland Garros in bacheca – non ha voluto né confermare né smentire la sua presenza sull’erba inglese.

Mancherà Federer

Di sicuro non ci sarà Roger Federer che proprio a Wimbledon lo scorso anno aveva giocato per l’ultima volta accusando un infortunio le cui conseguenze si sono prolungate fino a oggi. Lo svizzero non gioca da quasi un anno. E sarà una delle assenze più pesanti di un tabellone che dovrà fare a meno di tutti i giocatori russi e bielorussi, per via della decisione degli organizzatori di attivare un embargo, criticatissimo anche da molti tennisti non coinvolti in alcun modo nel drammatico conflitto tra Russia e Ucraina.

Wimbledon, Serena Williams non c’è

Se il tabellone maschile, sperando nel pieno recupero di Matteo Berrettini e in attesa del recupero di Rafa Nadal presenta ampi vuoti, quello femminile non dà molte garanzie in più. La lista dei giocatori iscritti, in attesa di qualche wild card che dovrebbe essere ufficializzata nel corso dei prossimi giorni, prevede la presenza di Naomi Osaka, ex numero #2 del mondo e quattro volte campionessa di tornei dello Slam.

Una decisione che la tennista giapponese di origine hawaiana ha confermato nonostante la decisione della WTA di non assegnare punti per questo torneo, vista l’assenza dei tennisti russi e bielorussi. Osaka, 24 anni, lo scorso anno si era ritirata da Wimbledon dopo un periodo sabatico per motivi di salute emotiva per poi tornare alle Olimpiadi di Tokyo, deludendo le attese.

Serena Williams
Serena Williams, in lacrime dopo l’infortunio di Wimbledon, assente anche quest’anno (AP LaPresse)

C’era la speranza di vedere almeno una delle due sorelle Williams. Ma né Serena, sette volte vincitrice a Londra, né Venus, cinque trofei all’All England Club, hanno confermato la loro presenza.

Confermata invece la vincitrice del Roland Garros Iga Swiatek, testa di serie #1 del torneo femminile. Così come quello di Coco Gauff sconfitta in finale a Parigi, Paula Badosa, Maria Sakkari ed Emma Raducanu. Confermato anche il rientro di Sofia Kenin, reduce da una lunga inattività a causa di un infortunio alla caviglia.