Andrea Pirlo, beffa clamorosa: il grande acquisto salta in extremis

158

Andrea Pirlo, beffa clamorosa: il grande acquisto salta in extremis. L’ex allenatore della Juventus, attuale tecnico del club turco Karagumruk, ha visto sfumare un super affare

Andrea Pirlo è ripartito dalla Turchia. L’allenatore lombardo, dopo un anno di stop forzato in seguito alla sua poco fortunata esperienza sulla panchina della Juventus, ha deciso di accettare l’unica offerta concreta che i suoi agenti hanno ricevuto, quella del Fatih Karagumruk, ambiziosa società turca in cerca di appeal e visibilità.

Andrea Pirlo
Andrea Pirlo (Ansa)

Una scelta coraggiosa, da parte dell’ex centrocampista campione del Mondo con la Nazionale nel 2006, il quale ha atteso invano fino all’ultimo istante un’offerta attendibile da parte di un club italiano.

Andrea Pirlo era convinto che una stagione sulla panchina del club più titolato d’Italia, arricchita dalla conquista di Coppa Italia e Supercoppa Italiana, gli aprisse le porte di  altre società della massima serie.

In realtà, niente di tutto questo è accaduto: a parte qualche timido interessamento, per l’ex Maestro del centrocampo azzurro non si è palesata nessuna proposta concreta. Si è vociferato di possibili trattative con le due genovesi, che però hanno optato per altre soluzioni.

E dunque, alla fine della fiera Andrea Pirlo ripartirà dalla Turchia. Ma non prima di essere andato incontro ad una vicenda a dir poco inquietante.

Andrea Pirlo, la beffa della maxi villa: colpa di un miliardario russo

Pirlo
Andrea Pirlo (LaPresse)

L’ex regista di Milan e Juventus aveva iniziato mesi fa una trattativa con un magnate russo, proprietario di due maxi ville a Forte dei Marmi che aveva deciso di mettere in vendita a causa dello scoppio del conflitto russo-ucraino.

La trattativa, iniziata i primi giorni di primavera, era in stato decisamente avanzato: il campione del mondo del 2006 il 30 maggio scorso ha versato a titolo di caparra 500mila euro, impegnandosi a saldare il conto (2,6 milioni) entro il 31 agosto per completare l’acquisto, assicurandosi nel contempo l’opzione di acquisto della seconda villa.

La trattativa è arrivata alle orecchie di un’agenzia immobiliare che è in causa con l’imprenditore russo per alcune consulenze non pagate. Gli agenti hanno dato subito mandato al proprio legale di chiedere il sequestro conservativo dei due immobili.

E proprio nella giornata di giovedì il Tribunale civile di Lucca ha disposto il sequestro conservativo delle due ville, bloccandone di fatto la vendita. E così Pirlo dovrà attendere ancora.