Marcell Jacobs, altro che ritiro: il pronostico dell’ex campione fa impazzire i tifosi

296

Marcell Jacobs, altro che ritiro: il pronostico dell’ex campione fa impazzire i tifosi. Il 27enne velocista di Desenzano del Garda si sta preparando in vista dei Mondiali di Eugene

Il conto alla rovescia sta per terminare. Tra poco più di 72 ore avranno inizio i Mondiali di atletica a Eugene, nell’Oregon. Un appuntamento chiave della stagione, il più importante e significativo in cui la squadra italiana va a caccia di conferme dopo le trionfali Olimpiadi di Tokyo. L’attesa, manco a dirlo, è rivolta soprattutto alla prova di Marcell Jacobs sui 100 metri piani.

Jacobs (LaPresse)
Marcell Jacobs (LaPresse)

Non è stata finora una stagione particolarmente fortunata per Marcell Jacobs. Il campione olimpico in carica è stato più volte frenato da problemi di salute, come ad esempio il virus contratto in Kenya e da qualche infortunio muscolare di troppo che ne ha pesantemente condizionato il rendimento.

Lo sprinter di Desenzano del Garda ha dato forfait ad alcuni meeting di atletica presenti sul calendario, compreso il Golden Gala di Roma dov’era atteso con particolare entusiasmo e curiosità.

Fino a qualche ora sembra addirittura in dubbio la stessa presenza di Marcell Jacobs alla kermesse iridata negli Stati Uniti, ma dal suo staff sono arrivate ampie rassicurazioni in merito. Il campione olimpico gareggerà a Eugene anche se non al meglio della condizione.

Marcell Jacobs, Stefano Mei rassicura: “E’ di un altro pianeta”

Stefano Mei
Stefano Mei (LaPresse)

L’ennesima conferma della presenza di Jacobs negli Stati Uniti è arrivata dalle parole del presidente della Fidal, la federazione di atletica leggera, Stefano Mei.

L’ex campione d’Europa dei 10 mila metri assicura che lo sprinter bresciano darà il massimo sulla pista di Eugene, con qualche chance di confermare la straordinaria impresa di Tokyo.

Marcell Jacobs sta dimostrando di essere di un altro pianeta. E’ li che ci prova fino all’ultimo quando dopo il titolo olimpico e quello mondiale indoor, con un altro Mondiale alle porte il prossimo anno, questo avrebbe potuto anche saltarlo. Marcell però ha un’altra testa e deve solo fare attenzione a quello che gli dice il fisico”

Stefano Mei ha poi parlato del momento complicato degli azzurri: “Non sono per niente preoccupato. Questo momento storto lo avevamo messo in preventivo. La stagione indoor ha confermato il valore della squadra, ma la fase post olimpica è sempre stressante”.