Zaniolo, da intrigo di mercato a giallo: il colloquio improvviso cambia tutto

389

Zaniolo, da intrigo di mercato a giallo: il colloquio improvviso cambia tutto. Il 23enne attaccante ligure è in sospeso ma potrebbe anche restare alla Roma

E’ uno dei casi più intricati di questa sessione estiva di mercato. E a quanto pare è anche molto lontano dalla sua conclusione. Stiamo parlando di Nicolò Zaniolo e della sua possibile, o piuttosto improbabile, permanenza nella Capitale. Il 23enne attaccante ligure è infatti in sospeso tra una conferma nella Roma e una possiibile cessione alla Juventus.

Zaniolo
Nicolò Zaniolo (LaPresse)

L’intrigo di mercato sta bloccando il mercato dei giallorossi, che senza una remunerativa cessione del gioiello ligure non possono raggiungere gli obiettivi di mercato che si sono prefissati.

Uno stallo che sta iniziando a pesare, soprattutto sul morale di Josè Mourinho che scalpita insoddisfatto in questi primi giorni di ritiro precampionato.

Ma la vicenda Zaniolo sembra destinata a durare ancora a lungo, anche perchè la società maggiormente interessata al cartellino dell’attaccante spezzino, la Juventus, non ha ancora formulato uno straccio di proposta ufficiale alla Roma.

E allora, in un periodo di stasi e di incertezza, è sceso in campo direttamente il capitano dei giallorossi, Lorenzo Pellegrini.

Il 26enne centrocampista romano e romanista, subito dopo l’allenamento mattutino svoltosi nel ritiro portoghese di Albufeira, è rimasto sul terreno di gioco intrattenendosi in un lungo colloquio con Nicolò Zaniolo.

Zaniolo, cosa cambia dopo l’intervento di Pellegrini

Pellegrini
Lorenzo Pellegrini (LaPresse)

Quale sia stato l’oggetto della conversazione tra i due in quella mezz’ora intensa dipanatasi davanti ai molti cronisti presenti, rimasti ovviamente a bordocampo nel tentativo di carpire qualche informazione, non è dato sapere.

Secondo qualcuno il fatto che questo colloquio si sia svolto a favore di taccuini e microfoni è legato all’esplicita volontà della società. Una sorta di tentativo chiaro e inequivocabile di spedire un messaggio all’entourage di Zaniolo e probabilmente alla stessa Juventus che sta temporeggiando.

A questo punto, la palla passa direttamente alla dirigenza bianconera che prima di formulare un’offerta per Zaniolo e convincere la Roma a cedere il giocatore deve a sua volta incassare una cifra consistente della cessione di Matthijs De Ligt.

Una sorta di partita di giro in cui alcune tessere di un domino immaginario devono incastrarsi alla perfezione. Quasi sicuramente è solo questione di giorni.