Juventus, squadra demolita dopo gli USA: altra tegola dopo Pogba

155

Ancora un grave problema da risolvere per Allegri con la Juventus che torna dalla tournee negli Stati Uniti con un altro infortunio serio 

Altro infortunio per la Juventus dopo quello di Paul Pogba e piani scompaginati per Allegri che deve rimediare a un nuovo problema

Allegri
Max Allegri (Ansa)

 

Tre partite amichevoli e due infortuni per la Juventus di Massimiliano Allegri che indipendentemente dai risultati ha diversi problemi da risolvere.

Juventus, un altro infortunio dopo Pogba

La squadra bianconera torna dagli USA con l’infermeria piuttosto affollata. C’è l’infortunio di Paul Pogba, una lesione al menisco per il quale il giocatore francese potrebbe anche andare sotto i ferri. A preoccupare adesso è anche una brutta lussazione alla spalla per Weston McKennie che stava rientrando con una certa intensità da un bruttissimo infortunio che lo aveva fermato a metà stagione.

McKennie, assenza lunga

Juventus McKennie
Inizierà più tardi la stagione di Weston McKennie (Foto ANSA)

Si prevedono tempi lunghi anche per il recupero del centrocampista statunitense che stando alle previsioni dovrebbe star fuori non meno di due mesi. Un problema molto serio per Allegri considerando che la squadra è ancora pienamente coinvolta nel mercato, alla ricerca di un attaccante da affiancare a Vlahovic. Si erano ipotizzati i nomi di Morata, bloccato dall’Atletico Madrid e di Firmino, che il Liverpool non vuole cedere.

L’assenza forzata di McKennie toglie altre potenzialità a una squadra che rischia di iniziare la stagione con gli uomini contati. Weston McKennie si è fatto male nel corso dell’ultimo allenamento prima della partita contro il Real Madrid per la quale – convocato – non è sceso in campo, escluso all’ultimo istante. Non meno di un mese e mezzo di assenza prima di riprendere la preparazione. Tornerà tra settembre e ottobre. Non meno di

due mesi di stop.  La Juventus chiude la sua tournee negli USA con una vittoria (Chivas Guadalajara), un pareggio (Barcellona) e una sconfitta (quella di ieri notte con il Real Madrid).