“De Laurentiis abbia rispetto”, l’ex stella del Napoli attacca il presidente

79

É polemica tra De Laurentiis e un giocatore del Napoli a proposito delle ultime dichiarazioni rilasciate dal presidente del club

Per il Napoli è un momento delicato, soprattutto per via dei rapporti tra il proprietario del club, Aurelio De Laurentiis, e numerosi che lo hanno pesantemente contestato in questi ultimi giorni.

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis, proprietario e presidente del Napoli (Foto ANSA)

I tifosi non hanno perdonato a De Laurentiis il mancato rinnovo di Dries Mertens e una campagna acquisti fino a questo momento non all’altezza di una squadra che ha concluso al quarto posto e che l’anno prossimo disputerà la Champions League.

De Laurentiis e il Napoli

Ma a peggiorare le cose sono state alcune dichiarazioni di ieri di De Laurentiis, che dopo avere difeso la proprietà del club, che ha detto che non avrebbe più ingaggiato giocatori africani a meno che non avessero accettato di non prendere parte alla Coppa d’Africa.

De Laurentiis faceva riferimento ai rischi che questa competizione comporta, perché si svolge in pieno inverno. Lo scorso anno il Napoli perse contemporaneamente sia Koulibaly – impegnato con il Senegal che poi avrebbe alzato il trofeo – che Andre Zambo Anguissa, impegnato con il Camerun. Osimhen saltò la Coppa d’Africa solo a causa di un grave infortunio al volto complicato poi dalla positività al Covid.

Koulibaly risponde a De Laurentiis

Napoli
Kalidou Koulibaly, quest’anno giocherà nel Chelsea (Foto ANSA)

De Laurentiis aveva anche chiesto una riforma delle coppe europee per impegnare le squadre con meno partite nel corso di stagioni sempre più lunghe. Ma anche meno impegni internazionali per le nazionali da parte di UEFA e FIFA, in un periodo in cui si parla con sempre maggiore insistenza addirittura di Mondiali ed Europei ogni due anni.

Le parole di De Laurentiis non sono piaciute a Kalidou Koulibaly, il difensore del Senegal che da poche settimane il Napoli ha ceduto al Chelsea: “Non mi aspettavo certe dichiarazioni proprio da chi ha sempre dichiarato di avere stima e rispetto dell’Africa e dei suoi giocatori. Ho sempre dato il massimo, per il Senegal e per il Napoli. Perché è il mio lavoro, e perché questo è il mio modo di essere. Non è stato facile ma occorre rispetto nei confronti delle nostre rappresentative nazionali africane”.

Koulibaly è molto critico: “Se De Laurentiis pensare di poter costruire una squadra senza giocatori africani è un suo diritto, può farlo. Ma sono sicuro che al Napoli tante persone non la pensano come lui, né in città né in società”.