US Open, Nick Kyrgios perde completamente la testa: che scena a New York!

315

US Open, Nick Kyrgios perde completamente la testa: che scena a New York! L’australiano è stato protagonista di un clamoroso gesto

Nella sfida di secondo turno contro il francese Benjamin Bonzi, vinta in 4 set con il punteggio di 7-6 6-4 4-6 6-4, c’è stato spazio anche per una delle sue consuete follie.

Nick Kyrgios Us Open
Nick Kyrgios vince il secondo turno agli US Open (AnsaFoto)

Uno dei grandi favoriti di questa edizione degli US Open è senza dubbio Nick Kyrgios. La sua vittoria a Washington, contro Yoshihito Nishioka, lo scorso 8 agosto ha fatto il seguito alla finale di Wimbledon persa da Djokovic. In questa lunga estate di tennis l’australiano sembra aver innestato un’altra marcia, diventando finalmente competitivo ai massimi livelli. Rapido negli scambi e talentuoso come sempre, Nick ha trovato un minimo di quadratura anche a livello mentale, senza negarsi i soliti soliloqui tra un punto e l’altro. In realtà nel secondo turno di New York, disputatosi nella notte, Kyrgios ha battuto in 4 set il francese Benjamin Bonzi, numero 50 al mondo. Una battaglia durata oltre 3 ore, con un equilibrio forse non pronosticabile.

US Open, Nick Kyrgios perde completamente la testa: uno sputo nella gara con Bonzi – VIDEO

Dopo aver portato a casa il primo set, con un tie-break agguantato a suon di vincenti dal 3-3. Incredibile anche il livello espresso da Nick nel finale, quando sul 4-4 del 4° set si era ritrovato sotto 0-40. Dalla buca ne è uscito con 9 punti consecutivi. Cinque per vincere il proprio turno al servizio e i successivi 4 per strappare a zero la battuta di Bonzi. Il punteggio complessivo recita 7-6 6-4 4-6 6-4, confermando un certo equilibrio nel match.

Nel corso delle 3 ore trascorse sul campo di Flashing Meadows, Kyrgios ha avuto modo anche di mostrare il suo lato oscuro. Un episodio incredibile nel corso del terzo parziale, quello poi perso dall’australiano. Uno sputo dopo aver perso il punto (e il game) che non si è ben capito a chi fosse indirizzato (ce l’aveva poco prima anche con alcuni spettatori). Fatto sta che alla fine è riuscito a ritrovare la testa nel momento più caldo, garantendosi il passaggio al terzo turno. Ora se la vedrà domani con J.J. Wolf, prima di un possibile ottavo di finale contro Medvedev. Il pubblico dell’Arthur Ashe non vede l’ora.