Valentino Rossi, il paragone con Pecco Bagnaia è da brividi: parola di ex campione

260

Valentino Rossi, il paragone con Pecco Bagnaia è da brividi: parola di ex campione. Il ducatista si gioca il titolo in quel di Valencia

Il 6 novembre sarà il grande giorno. Sul circuito Ricardo Tormo andrà in scena l’ultimo atto del campionato 2022. Rossi sarà al fianco di Bagnaia per l’impresa che manca dal 2009.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (AnsaFoto)

Manca ormai poco. Il grande momento è davvero arrivato. Fra poco più di una settimana Francesco “Pecco” Bagnaia si giocherà il titolo mondiale di MotoGP. Non sarebbe il suo primo campionato in carriera, visto che nel 2018 si aggiudicò quello di Moto2, ma di certo del più importante. Il pilota della Ducati è stato in grado di rimontare da -91 a +23 nei confronti di Fabio Quartararo. La competitività della Desmosedici di Borgo Panigale è fuori di dubbio, come l’ottimo lavoro svolto dall’ingegner Dall’Igna, ma di certo anche il torinese ci ha messo del suo. Inanellare sette vittorie in una stagione non è mai facile, specie se il rivale diretto con la sua Yamaha non è andato oltre le 3 affermazioni. Dal 2009 un pilota italiano non si aggiudica l’alloro della MotoGP. L’ultimo, manco a dirlo, è stato Valentino Rossi. Nemmeno Andrea Dovizioso è riuscito nell’impresa di riportare la Ducati davanti a tutti, come Stoner nel 2007 (unica volta).

Valentino Rossi, il paragone con Pecco Bagnaia fa discutere: Loris Reggiani ha un’idea particolare

Rossi e Bagnaia
Valentino Rossi e Pecco Bagnaia (AnsaFoto)

I paragoni tra Bagnaia e Rossi si sono sbizzarriti in questo periodo. A parlarne è stato anche un grande ex pilota e commentatore storico della MotoGP su Mediaset, ovvero Loris Reggiani. In una bella intervista rilasciata al canale Youtube TalkGP di Fabio Fagnani, il centauro di Forlì ha dichiarato: “Pecco non è assolutamente un personaggio come Valentino Rossi. E’ più un Andrea Dovizioso, lo vedo più un personaggio di quel tipo lì, quindi profilo basso. Quindi rischia veramente di diventare antipatico e soprattutto diventa antipatico a quelli che odiano Valentino Rossi. Quelli che odiavano Rossi adesso odiano Bagnaia perché arriva dalla VR46 e odierebbero chiunque altro arrivasse da lì. Di conseguenza amano Bastianini perché non arriva da quella parte là. Questo tipo di antagonismo almeno aumenterà il numero di telespettatori”. Al di là delle differenze l’importante per tutti i tifosi è che al pari di Valentino riporti in Italia il titolo mondiale nella classe regina.