Romelu Lukaku cambia squadra, c’è l’annuncio: tifosi in subbuglio

396

Romelu Lukaku cambia squadra, c’è l’annuncio: tifosi in subbuglio. I rapporti tra il 29enne centravanti belga e il Chelsea sono compromessi e a giugno la sua cessione è praticamente certa

L’estate scorsa il Chelsea, pur di riportare Romelu Lukaku a Londra, ha sborsato la bellezza di 115 milioni di euro finiti nella casse dell’Inter che grazie a questa maxi cessione ha rimesso parzialmente in sesto il bilancio. Ma a distanza di poco più di otto mesi, il super investimento del club campione d’Europa in carica non ha dato neanche un decimo dei risultati sperati. Già a gennaio, il 29enne centravanti belga aveva dichiarato pubblicamente di voler cambiare aria a causa dei pessimi rapporti con l’allenatore, il tedesco Thomas Tuchel.

Lukaku
Romelu Lukaku (Ansa)

Il trasferimento non si è concretizzato in inverno, ma a giugno l’addio di Lukaku al Chelsea è dato per carto, anche in virtù della gravissima crisi societaria del club londinese legata alle pesanti sanzioni economiche che hanno colpito l’ex patron, Roman Abramovich. A spingere affinchè a giugno il trasferimento vada in porto è il commissario tecnico della nazionale belga, Roberto Martinez. Il tecnico spagnolo, alla guida dei Diavoli Rossi dal 2016, manda un messaggio esplicito al suo centravanti: “Valuterò le condizioni dei giocatori solo dopo l’estate. Mancano ancora sette mesi alla Coppa del Mondo, ma mi aspetto che diversi giocatori cambino club in estate e che a settembre vivano momenti diversi da quelli attuali e mi riferisco in particolare a Lukaku e Hazard“.

Romelu Lukaku, il ct del Belgio lo spinge altrove: “Deve cambiare squadra”

Martinez
Roberto Martinez (Ansa)

A questo punto, per riconquistare la fiducia del ct del Belgio, a Lukaku non resta che cambiare squadra. Il problema è che trovare un’acquirente per un giocatore di 29 anni dall’ingaggio monstre. Oltre al possibile e romantico ma complicato ritorno all’Inter, possono ambire ad assicurarsi Lukaku solo dei colossi come Psg e Real Madrid, che ad oggi però sembrano avere altri obiettivi per rinforzare i rispettivi attacchi.

Un certo interesse potrebbero nutrire nei confronti di Big Rom le tedesche Bayern Monaco e Borussia Dortmund, poco inclini però ad investire cifre folli. Qualche pista più concreta potrebbe aprirsi in Premier League, dove il Tottenham di Antonio Conte e l’Arsenal sono in cerca di un grande bomber per la prossima stagione.