Marcell Jacobs, la sua supremazia è in crisi: tifosi allarmati

460

Marcell Jacobs, la sua supremazia è in crisi: tifosi allarmati. Il campione olimpico in carica dei 100 metri, fresco del titolo mondiale dei 60 metri, si sta allenando in vista dei prossimi impegni

Marcell Jacobs sta attraversando un periodo di straordinaria forma fisica. Il 27enne velocista di Desenzano del Garda, campione olimpico dei 100 metri e fresco vincitore del titolo mondiale indoor dei 60 metri, si sta preparando per le prossime gare, con lo sguardo già rivolto ai grandi appuntamenti open, come i Mondiali di atletica di Eugene in programma alla fine di luglio. Jacobs, che correrà sia i 100 metri che la staffetta 4X100, è chiamato l’estate prossima a confermare le straordinarie imprese compiute ai giochi olimpici di Tokyo.

Marcell Jacobs (Ansa)
Marcell Jacobs (Ansa)

La strada che porta alla conquista del titolo mondiale di Eugene è lastricata di ostacoli e difficoltà. Le principali per Marcell Jacobs sono rappresentate dalla forza e dalla qualità dei suoi avversari, che non vedono l’ora di prendersi la rivincita dopo la clamorosa sconfitta infertagli da dal nostro sprinter sulla pista di Tokyo. In particolare i due americani Fred Kerley, medaglia d’argento alle Olimpiadi alle spalle di Jacobs e soprattutto Chris Coleman, Campione del Mondo in carica e battuto dall’azzurro sui 60 metri ai recenti Mondiali Indoor di Belgrado.

Marcell Jacobs, un altro rivale fa la voce grossa: Ilias Garcia corre i 100 in 9.88

Jacobs
Marcell Jacobs (Ansa)

Ma in vista di Eugene spunta quasi da nulla un altro velocista a stelle e strisce: si tratta del 24enne Ilias Garcia, che in occasione di un meeting di atletica a San Diego in California ha stravinto i 100 metri piazzando un tempo strepitoso. Il giovane americano ha corso in 9.88, appena otto centesimi in più rispetto al 9.80 fatto segnare da Marcell Jacobs nella finale olimpica di Tokyo. Garcia, fino a poche ore fa, era in sostanza un illustre sconosciuto. Il suo primato personale fino a qualche ora fa era superiore ai 10 secondi.

Nessuno poteva immaginare che in una gara non di primaria importanza Ilias Garcia fosse in grado di far segnare un crono di questo livello. Ovviamente il giovane sprinter americano dovrà confermare nelle prossime gare che il suo non è stato un exploit estemporaneo. Ma la sensazione è che all’orizzonte si sta per stagliare un nuovo potenziale e pericoloso rivale per il nostro Marcell Jacobs.