Champions League, clamorosa novità per la prossima stagione: i fan sono stupiti

125

Champions League, clamorosa novità per la prossima stagione: i fan sono stupiti. Un altro passo avanti verso un futuro rivoluzionario

Come già annunciato per il Mondiale in Qatar, anche la massima coppa europea usufruirà del fuorigioco semi-automatico. L’iniziativa tecnologica sarà anche presente nella finale di Supercoppa Europea.

Champions League
Champions League (AnsaFoto)

Ci siamo. La stagione calcistica europea è in rampa di lancio. In questa settimana ripartono i principali campionati di Francia, Germania e Inghilterra, mentre per Italia e Spagna bisognerà pazientare un’altra settimana. Anche la Uefa è pronta per la prima finale del 2022/2023, ovvero la Supercoppa Europea. Il match andrà in scena allo Stadio Olimpico di Helsinki mercoledì 10 agosto alle ore 21. 

La sfida tra Real Madrid e Eintracht Francoforte sarà importante non solo dal punto di vista sportivo ma anche regolamentare e tecnologico. Verrà introdotta la novità del fuorigioco semi-automatico, come comunicato dalla stessa Uefa sul proprio sito.

“La tecnologia del fuorigioco semi-automatico (SAOT) farà il suo debutto nelle competizioni europee per club in occasione della Supercoppa Uefa di Helsinki. Inoltre, la SAOT sarà utilizzata a partire dalla fase a gironi della prossima Uefa Champions League”. 

Champions League, clamorosa novità per la prossima stagione: verrà introdotto il fuorigioco semi-automatico

Fuorigioco semi-automatico
In Champions League verrà introdotto il fuorigioco semi-automatico (AnsaFoto)

Lo Chef Refereeing Officer dell’Uefa, Roberto Rosetti, ha spiegato nel dettaglio: “La Uefa è costantemente alla ricerca di nuove soluzioni tecnologiche per migliorare il gioco e supportare il lavoro degli arbitri. Questo sistema innovativo consentirà alle squadre VAR di valutare le situazioni di fuorigioco in modo rapido e più accurato, migliorando la fluidità della gara e l’uniformità delle decisioni“.

Con questo nuovo sistema sarà praticamente impossibile sbagliare le chiamate per l’off-side. Ci si potrà infatti avvalere di un sistema di telecamere che può tracciare 29 diversi punti del corpo per ogni giocatore. Sono stati effettuati nel corso degli ultimi 2 anni ben 188 test, tra cui la Champions League femminile dello scorso anno, dalla fase a gironi sino all’ultimo atto.

Il sistema è pronto per essere utilizzato nelle partite ufficiali e installato negli stadi delle squadre di Champions League, ha confermato Rosetti, lanciando ormai di fatto la rivoluzione. Rispetto al Var attuale il margine di errore viene ridotto praticamente a zero e anche i tempi di chiamata saranno compressi, rendendo il tutto potenzialmente più fluido.